CERSAIE -NANOTECNOLOGIA e applicazioni

COSA E’ LA NANOTECNOLOGIA

NANOTECNOLOGIA -e -applicazioni

CERSAIE -NANOTECNOLOGIA -e- applicazioni
 

“La nanotecnologia è la scienza che si basa sulla comprensione

e la conoscenza approfondita delle proprietà della materia su scala

nanometrica ovvero su grandezze dell’ordine di un nanometro

(indicato con la sigla nm è uguale a un miliardesimo di metro)

che più o meno corrisponde alla lunghezza di una piccola molecola.

R2B – Research to Business, 7°” Nell’industria lo spettro di applicabilità

delle nanoparticelle è sconfinato e trova utilizzi che possono andare

da prodotti igienici , bellezza (quali pannolini o creme solari) ,

prodotti per l’industria aerospaziale (quali additivi per i propellenti dei razzi) ,

medicale, additivi plastici, ceramici.

Per cio’ che riguarda il settore ceramico , il CERSAIE

e il Salone Internazionale della Ricerca Industriale,

sono diventati in questo senso un punto di riferimento internazionale.

Il luogo di incontro tra la Ricerca e l’Impresa, tra domanda e offerta di tecnologia ,

innovazione, favorendo collaborazioni e nuove opportunità di business in

un contesto multisettoriale sui prodotti della tencnica e di uso comune .

Gli effetti dell’utilizzo delle nanoparticelle :

  1. aumento della tenacità, della durezza superficiale e della resistenza all’impatto,
  2. diminuzione della dimensione delle porosità (minore permeabilità ai gas)
  3. aumento dell’adesione ad una maggiore varietà di substrati
  4. aumento delle proprietà meccaniche alle alte temperature diminuzione
  5. del coefficiente di abrasione mantenimento del colore (o della trasparenza)
  6. della matrice maggiore resistenza alla fiamma

Applicazioni delle nanoparticelle:

  1. Nanoparticelle nei polimeri
  2. Nanoparticelle nelle vernici e inchiostri
  3. Nanoparticelle nei rivestimenti
  4. Nanoparticelle nei lubrificanti
  5. Riuscire ad interagire a un livello così basso della materia, apre vie
  6. inaspettate in quanto ci viene offerta la possibilità di manovrare a
  7. nostro piacimento le proprietà chimico-fisiche degli oggetti che si possono costruire.

L’uso delle nanotecnologie nell’industria avviene già ora, un esempio comune

sono gli schermi dei cellulari, le (molecole che compongono la plastica sono

posizionate in modo da permettere un grado di riflessione della luce

che permette di avere una definizione sempre maggiore.)

Nei laboratori di tutto il mondo,ogni giorno si sperimentano nuovi usi

delle nanotecnologie per migliorare il futuro anche nella medicina applicate

allo studio  della rigenerazione dell’udito e della vista.

 

I materiali nanostrutturati, in particolare quelli basati sulle nanoparticelle,

si sono evoluti in una nuova classe di materiali che hanno trovato spazio

nei campi della ricerca piu’ disparati.

13/6/2012 – Fiera R2B Bologna promosso dalla Regione Emilia-Romagna e

BolognaFiere, in collaborazione con ASTER e, dal 2011, con SMAU.

CERSAIE- NANOTECNOLOGIA -e applicazioni

La Fiera R2B tenutasi a Bologna il 6 e 7 giugno 2012 ha registrato

un’ottima affluenza con un forte interesse del mercato verso tutto quello

che rappresenta la ricerca e lo sviluppo per le imprese.

NANOTECNOLOGIA applicata  alla CERAMICA

qualche anno fa sono iniziati i primi passi per cio’ che riguarda la sua

applicazione nella produzione di piastrelle.Le aziende in questione

hanno capito che senza innovazione e ricerca, il mercato già seriamente

compromesso dalla concorrenza e da scelte sbagliate ,non poteva crescere

e mantenere la posizione di leader che il settore ha avuto per tanti anni.

La questione della concorrenza straniera è certamente un fattore determinante

in questa crisi strutturale che sembra non finire mai.

CERSAIE 2010 – Stand Graniti Fiandre :

C’è da augurarsi che si punti sulla unicita’, la personalizzazione

del design e materia delle piastrelle,e progetti arredativi in pacchetti di

vendita a DOC, studiati insieme al cliente, (come hanno fatto le aziende della pelle)

questo perche’possa essere da deterrente  contro copiature made in cina, india o chichessia.

Inoltre è necessario espandersi all’estero,come ha fatto Smaltochimica,  

con  punti vendita  residenziali estremamente elastici ,composti esclusivamente

da personale direttivoItaliano,mantenendo le regole produttive e i brevetti segreti.

E’ auspicabile che si punti a riportare il lavoro in ITALIA e smetterla

di delocalizzare le lavorazioni riportando il processo produttivo  in patria e

non come ora che viene trasformato all’estero rientrando con il  marchio made in ITALY.

Oggettidea.blogspot

 

↑ Grab this Headline Animator

Please follow and like us:

lapenna

Agente rappresentante ,grafico